Sportello psicologico

Da anni è attivo nella scuola lo Sportello psicologico per offrire agli studenti una situazione di ascolto neutrale e riservata per problemi psicologici e relazionali sia connessi con il processo evolutivo adolescenziale, sia legati a problematiche di maggior rilievo clinico.

Il servizio offre una consultazione psicologica breve (da 1 a 4 colloqui) finalizzata a ri-orientare l’adolescente in difficoltà. Lo scopo dei colloqui è quello di permettere al ragazzo di ridurre la confusione, affrontare e risolvere problematiche inerenti la crescita, oppure legate all’insuccesso, alla dispersione scolastica, al bullismo e, in generale, a tutte quelle problematiche relative al periodo dell’adolescenza. Lo sportello psicologico non si delinea, quindi, come un percorso psicoterapico, ma come un percorso che consenta al ragazzo di focalizzare le soluzioni attuabili, a riscoprire le proprie potenzialità e i propri strumenti per poter uscire dall’impasse che in alcuni momenti dell’adolescenza possono causare passività e sofferenza. 

Se invece, nel corso dei colloqui, dovessero emergere problematiche che necessitino di un maggiore approfondimento, lo psicologo si occuperà di indirizzare lo studente presso un Servizio adeguato al proseguimento del lavoro.

I contenuti del colloquio sono strettamente coperti dal segreto professionale (D. Lgs. 30.6.2003 n.196). Gli adolescenti che vogliono accedere al servizio devono aver depositato in segreteria l’apposito consenso informato debitamente compilato e firmato da entrambi i genitori.

I colloqui si svolgono durante le ore di lezione, in una stanza riservata allo scopo e posta in un luogo che garantisce la riservatezza.

Lo Sportello, gestito da una psicologa in convenzione con l’ASL di Milano e l’Università Cattolica del Sacro Cuore, è attivo in entrambe le sedi, ITE e Liceo con cadenza settimanale. L’accesso è libero, su prenotazione da parte degli studenti, che andrà effettuata direttamente presso la psicologa.