Educazione Civica

L’ Educazione civica nell’IIS Cremona

La legge 20 agosto 2019, n. 92 introduce nelle scuole di ogni ordine e grado del sistema nazionale di istruzione l’insegnamento trasversale dell’educazione civica, che sarà istituito a partire dall’anno scolastico 2020/2021.

La normativa stabilisce che, nelle scuole del secondo ciclo, le scuole utilizzano l’organico dell’autonomia e, più nello specifico, ove disponibili, i docenti abilitati all’insegnamento delle discipline giuridiche ed economiche. Per ciascuna classe dovrà essere individuato un docente coordinatore che ha, tra l’altro, il compito di formulare la proposta di voto, acquisendo elementi conoscitivi dagli altri docenti a cui è affidato il medesimo insegnamento.

Nel corso del 2020 è prevista l’emanazione da parte del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca delle Linee guida per l’insegnamento dell’educazione civica, con l’individuazione degli obiettivi specifici di apprendimento con riferimento ai temi seguenti:

  • Costituzione italiana;
  • istituzioni nazionali, dell’Unione europea e degli organismi internazionali;
  • storia della bandiera e dell’inno nazionale;
  • Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile;
  • educazione alla cittadinanza digitale, anche per valutare criticamente la credibilità e l’affidabilità delle fonti e per essere consapevoli di come le tecnologie digitali possono influire sul benessere psicofisico e sull’inclusione sociale, con particolare riferimento ai comportamenti riconducibili a bullismo e cyberbullismo;
  • elementi fondamentali di diritto, con particolare riferimento al diritto del lavoro;
  • educazione ambientale, sviluppo ecosostenibile e tutela del patrimonio ambientale, delle identità, delle produzioni e delle eccellenze territoriali e agroalimentari;
  • educazione alla legalità e al contrasto delle mafie;
  • educazione al rispetto e alla valorizzazione del patrimonio culturale e dei beni pubblici comuni;
  • formazione di  base in materia di protezione civile;
  • educazione stradale;
  • educazione alla salute e al benessere;
  • educazione al volontariato e alla cittadinanza attiva.

Il nostro Istituto ha deciso di introdurre un percorso curricolare unico per gli studenti sia liceali sia dell’Istituto tecnico, organizzato sulla base di una programmazione per competenze, individuandocome punto di riferimento il quadro delle competenze chiave per l’apprendimento permanente (“Competenze europee”), ossia quelle che il Parlamento europeo definisce come indispensabili al fine della realizzazione e dello sviluppo personali, della cittadinanza attiva, dell’inclusione sociale e dell’occupazione. Nello specifico si tratta delle seguenti macrocompetenze:

  • comunicazione nella madrelingua;
  • comunicazione nelle lingue straniere;
  • competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia;
  • competenza digitale;
  • imparare a imparare;
  • competenze sociali e civiche;
  • spirito di iniziativa e imprenditorialità;
  • consapevolezza ed espressione culturale.