Didattica a distanza e PCTO

L’esperienza della classe 4C ITE

La diffusione del Coronavirus sta spingendo sempre di più la nostra scuola ad adottare modalità di lavoro originali e orientate alla didattica a distanza.

Accenture, una delle più importanti aziende di consulenza aziendali italiane, ha messo a disposizione la propria esperienza in ambito tecnologico per sviluppare diverse iniziative in favore della collettività, tra le quali il progetto “Job Lab Smart Education”: una risposta concreta alle tante richieste che arrivano dalle scuole e che consiste nella realizzazione dei percorsi di PCTO in precedenza concordati attraverso logiche di remotizzazione

In particolare gli studenti della 4C dell’ITE hanno potuto partecipare a tre giornate di attività che, attraverso la piattaforma skype, hanno dato loro modo di approcciarsi e approfondire tutte le fasi necessarie alla creazione di una nuova idea di business.

I percorsi di PCTO creati da Accenture hanno come focus l’interazione e il teamwork tra i ragazzi. Per questo motivo la classe, dopo una prima parte atta alla spiegazione della parte teorica, è stata divisa in gruppi che hanno interagito tra di loro e con i faculty creando 5 idee di business davvero originali:

  • V-GLASSES -your eyes towards the future
  • DECTERIA – Per Dare alle persone una nuova vista su un ambiente sano e protetto
  • SMART HOME – La casa intelligente, ora nella tua vita
  • SMART BAG – Your future is hidden in your daily routine
  • SUPPORTIVE – Aggiornati, adesso

Gli studenti hanno applicato, tra gli altri, modelli di strategia (analisi SWOT e delle Cinque Forze), di marketing (Posizionamento, analisi Competitors) e di Business Plan (Business Model Canvas)

Nell’ultima giornata sono state presentate le tecniche base di PMO, focalizzando l’attenzione sulla pianificazione e il controllo delle attività per realizzare le idee generate dai diversi team

Questa esperienza, vissuta in un momento così particolare, ha dato modo di confermare (se mai ce ne fosse bisogno) la grande capacità dei nostri ragazzi di aprirsi a nuove esperienze con entusiasmo e serietà, approcciandosi a sfide impegnative con estrema naturalezza.